Ancora sulle regole...

"Stabilire delle regole", "rispettare le regole", "non infrangere le regole" sono i punti cardini dell'educazione di molti genitori. Ed è giustissimo... ma si tende a volte a dimenticare di far notare ai figli che le regole dobbiamo rispettarle tutti e che ciò che chiediamo a loro non è molto diverso da ciò che chiediamo a noi.
Quando diciamo a loro piccini di dare la manina quando si è per strada è un po' come chiedere a noi stessi di allacciare la cintura in auto o mettere il casco in motorino. E quando crescono e chiediamo loro di tenere basso il volume dello stereo o di tornare a casa entro una certa ora è importante che loro capiscano che noi stessi regoliamo il volume della tv in modo che non disturbi i vicini e ci sforziamo di rientrare a casa in orario in modo tale da poter esserci quando rientrano loro, o preparare la cena ecc.
Insomma, si da bambini i nostri figli dovrebbero capire che le regole ci sono per tutti, e tutto sommato anche per noi rispettarle è sempre un dovere e non sempre un piacere, ma lo facciamo. E ciò che chiediamo a loro non sono che dettagli che discendono da regole primarie, che sono regole del vivere civile e che riguardano tutti noi, ad esempio:

  • Non disturbare il prossimo
  • Essere responsabili
  • Fare il proprio dovere
  • Fare delle scelte

(oltre ovviamente alle regole che discendono dal rispetto della legge!).
Insomma, è importante che loro comprendano che non chiediamo loro nulla che non chiediamo a noi stessi per primi! E tutto sarà molto più chiaro se si evidenzia che se chiediamo loro di fare i compiti noi mamme, ad esempio, in quelle stesse ore, stiriamo i panni e/o prepariamo la cena.
Le regole, è importante che sia chiaro, non sono un nostro capriccio per rovinar loro la vita, ma un'esigenza del vivere in società.