La cosa più importante

La cosa più importante

La cosa più importante è un libro per bambini/e scritto da Laura Novello ed illustrato da Matteo Gaule, adatto a lettori e lettrici dai 5 agli 8-9 anni. Ma soprattutto è un libro favoloso per svolgere dei laboratori di lettura in quanto si presta benissimo alla lettura condivisa, alla riflessione collettiva e alla realizzazione, successiva alla lettura, di cartelloni da realizzare a scuola e/o a casa.

Protagonista del libro è Fancesco, un bambino che riceve dall'insegnante il compito di capire qual è la cosa più importante da salvare nel caso ci sia un uragano a distruggere il mondo. Il piccolo Francesco è in difficoltà, ma la mamma l'incoraggia e gli dà dei consigli per svolgere questo bel compito (ce ne fossero di maestre che danno realmente questo tipo di compiti!), chiedendo alle persone che incontra, camminando per il suo paese. E così Francesco, accompagnato dal suo cane Ralf, comincia le sue interviste: al muratore, al falegname, alla libraia e alla panettiera. E poi alla pediatra e al sindaco... e nel suo percorso scopre quanto siano importanti i lavori svolti da tutte queste persone, ma scopre anche che aldilà delle risposte dei singoli c'è qualcosa che unisce il tutto... quale sarà? I piccoli lettori lo scopriranno con entusiasmo accompagnando Francesco e Ralf negli incontri.

Ma i singoli incontri sono anche l'occasione per approfondire altri temi, ad esempio l'incontro con il sindaco che al di sopra di tutto pone le leggi è utile per parlare delle regole di convivenza, sia quelle scolastiche che quelle familiari.

In parallelo ci sono altre riflessioni: l'importanza di figure maschili e figure femminili, la mamma che allatta al seno la sorellina, i bambini "multicolori" che fanno parte della classe di Francesco, il fatto che quel che è importante per ognuno di noi forse non è "la cosa più importante" per tutti...

Ma il libro non finisce qui... quali sono le cose importanti per gli altri? E per noi?

E infine, sarà bello lavorare insieme per unire le cose importanti dei personaggi del libro, o dei bambini della classe, o dei membri della famiglia, a casa. O per realizzare la mappa dei nostri luoghi quotidiani, ispirandoci a quella dei luoghi di Francesco!