La Pas ovvero Sindrome da alienazione genitoriale

La sindrome da alienazione genitoriale, o Pas (Parental Alienation Syndrome), è stata definita tale dallo psicologo americano Richard Gardner (da non confondere, attenzione, col dr. Howard Gardner autore della teoria delle intelligenze multiple).

Si tratta di una sindrome riconosciuta come tale da molti tribunali negli Stati Uniti e in altri paesi, ma non riconosciuta ufficialmente come malattia mentale. In Italia sono molti i convegni in cui se ne discute e se ne parla sempre di più perchè il DDL 957, contenente proposte di modifica della legge 54/06 sull'affido condiviso, vorrebbe ufficializzarne l'uso ai fini di escludere il genitore definito colpevole di alienazione dall'affidamento.

Ma vediamo in che consiste la Pas, più in dettaglio. Si dice che un bambino/ragazzo sarebbe affetto da questa sindrome quando il genitore con cui vive (affidatario o coaffidatario che sia) mette in atto dei meccanismi denigratori verso l'altro genitore (ovvero quello che il bambino vede mene frequentemente). E può succedere, purtroppo. Ma la difficoltà sta nel capire se il bambino o la bambina, nel momento in cui denigra l'altro genitore lo fa perchè manipolato, ovvero alienato, dal genitore affidatario, o perchè realmente vittima di abusi, maltrattamenti, violenze da parte del genitore non affidatario. Ed è importantissimo ciò, perchè il rischio è che si tolga l'affidamento del figlio a un genitore perchè considerato alienante e si dia l'affidamento all'altro genitore che invece può essere realmente abusante.

Prima di andare avanti però mi sembra indispensabile un piccolo inciso su alcune idee di Gardner. Egli sostiene che la pedofilia sarebbe: “considerata come la norma dalla grande maggioranza delle persone nella storia del mondo e "il padre abusante avrebbe avuto la sfortuna di vivere in un momento storico particolarmente punitivo verso questa pratica". Inoltre egli riteneva la pedofilia come vantaggiosa per la specie e non intrinsecamente dannosa per il bambino.

Ma perchè parliamo della Pas? Perche, dicevamo, i firmatari del DDL 957,  vogliono introdurre obbligatoriamente nella aule dei tribunali la Pas  e quindi valutare l'affido dei bambini sulla base di una sindrome non riconosciuta nell'albo psichiatrico, con il rischio di privare i bambini della possibilità di difendersi nei casi in cui subiscono molestie o maltrattamenti. Sono soprattutto le associazioni dei padri separati a insistere per l'uso della Pas poichè secondo loro spesso i figli vengono affidati alle madri ingiustamente.

Ma lasciamo perdere padri e madri, e pensiamo ai bambini, che sono il soggetto da tutelare prima di ogni altro. Non è certo utilizzando strumenti che esasperano e strumentalizzano la conflittualità fra genitori, e creando situazioni che finiscono per celare i reali casi di abuso (che grazie al cielo sono una minoranza!) che si fa il loro interesse. E neanche, come vorrebbero i firmatari del DDL 957, facendo sì che l'affido congiunto sia obbligatiramente realizzato imponendo il doppio domicilio dei figli e le frequentazioni paritetiche. Perchè, dicono, il genitore prevalente è discriminatorio, ma sarebbe una soluzione costringere un bambino a vivere una settimana in una casa e una settimana in un'altra?... per sempre, oppure, come nel caso raccontato qui, costretto a non frequentare più la scuola materna perchè mamme e papà non decidono quale...

Per approfondire il tema, la nostra casa editrice ha appena pubblicato Bambini con le ruote.