L'ora di religione

Nelle scuole è tempo di scrutini finali. Ma c'è una novità: Il Consiglio di Stato dà ragione alla Gelmini contro il Tar del Lazio e stabilisce che nel computo dei crediti rientrerà anche il voto in religione.

Un bel regalo per tutti i bravi studenti cattolici che seguendo l'ora di religione possono aggiuducarsi un bel voto senza troppo sforzo e alzare un pochetto la media. Sì perchè anche nelle sezioni o scuole dove bisogna sudare per guadagnare un 6, non si nega un 8 o un 9 in religione. Ricordo una volta che mio figlio, in terzo superiore, tornò a casa dicendomi che aveva per me una buona e una cattiva notizia: la buona notizia era un 9, la seconda è che era in religione, e quindi "inutile".
E chi non fa religione? Avrà anche lui a disposizione un'altra materia in cui alzare la media? Difficile, perchè per mancanza di fondi pochissime scuole forniscono alternative didattiche all'ora di religione. La mancanza di fondi atavica della scuola... che però non ha conseguenze in forma di tagli alle ore di religione cattolica che sono, ricordiamo, pagate dallo Stato.
Quindi figlio mio che l'anno prossimo farai la maturità, non abbandonare l'ora di religione perchè se dovessi avere qualche difficoltà ad avere l'ammissioni in una o due materie, un bel voto in religione potrà darti una mano! Grazie al cielo... o alla Gelmini?
Per approfondire, un bell'articolo di Giorgio SAlvetti!