Neanche a me interessa il voto!

"Mamma, a me non interessa il voto, interessa imparare!"

Questo ha detto poco fa mia figlia mentre stavamo parlando della solita interrogazione senza infamia e senza lode, con il solito argomento che ha dimenticato di ripetere dopo aver passato un pomeriggio a ripassare, e io, per carità, sono d'accordo con lei.

Ma quello che vorrei capisse è che comunque il voto fa parte del meccanismo, così come fa parte del meccanismo non il solo limitarsi allo studio ma lo studiare in modo funzionale.

Oggi ho letto sul suo profilo di Facebook una bellissima citazione di Pirandello, molto appropriata e ben contestualizzata. E mi sono ricordata che l'altro giorno ha studiato un brano di Pirandello per Antologia. Ecco, lei è capace di studiare con passione un autore, farlo suo fino a citarlo appropriatamente ma non studiarlo in modo funzionale all'interrogazione e al suo utilizzo scolastico.

E allora mi chiedo se non sarebbe anche meglio, molto più pragmaticamente, studiare anche per il voto e per il tipo di studio che la scuola richiede.