Sorelle che litigano

Le miei figlie di 16 e 10 anni non fanno altro che litigare per qualunque motivo.
La più grande cerca di prevalere sull'altra, la comanda a bacchetta e le fa i dispetti; la piccola invece non solo le sposta le cose, le fa i dispetti ma rovista anche nelle sue cose e le legge i messaggi sul cellulare.
E non parliamo del rapporto fra me e la grande: io non capisco mai nulla, non so niente della vita e dico solo sciocchezze!

C'è un libro edito da La Meridiana che si chiama Una bella litigata, ti copio la quarta di copertina:
In molte famiglie domina l’opinione errata che l’armonia a tutti i costi sia meglio di una lite. Per i bambini, invece, litigare è importante, è parte integrante della loro vita quotidiana. Nella rivalità misurano le proprie forze e imparano a valutare se stessi e gli altri. Il litigio è un mezzo per raggiungere e affermare la propria posizione all’interno della famiglia e nel gruppo di amici. E spesso, far valere i propri interessi contro la resistenza altrui, rende inevitabile un litigio. Litigare tra fratelli e sorelle o tra compagni può essere dunque positivo per lo sviluppo della personalità, perché rafforza la consapevolezza di sé e costituisce un fondamento decisivo per la maturazione della competenza sociale. E’ un’esperienza importante anche perché i bambini devono imparare a moderarsi e a perdere. Possono esprimere i loro bisogni e i loro desideri, provare a convincere gli altri e farsi apprezzare, ma devono anche sviluppare la capacità di resistere e tollerare la frustrazione. Molto dipende dall’abilità con cui l’adulto gestisce il litigio. Questo volume contiene un ricco scrigno di idee e suggerimenti per gestire positivamente il litigio ed evitare che si esprima in forme degenerative.

E' un libro illuminante perchè aiuta a leggere le liti tra i figli con una valenza positiva..

Lo so, a noi mamme dispiace vederli litigare, ma alla fin fine quello che conta è il rapporto che stanno costruendo per il loro futuro, quando la differenza di età le avvicinerà. E questo rapporto sarà positivo se non si saranno create idee preconcette sulle preferenze dei genitori.Cosa fare? Lascia che si gestiscano da sè... quando le senti gridare tappati le orecchie! :-) E vedrai che quando la piccola diventerà adolescente il rapporto fra loro cambierà, adesso la differenza di età è troppo forte.

Quanto al tuo rapporto con la grande... beh, ha 16 anni e sta, come è giusto che sia, staccando l'ultimo pezzo di cordone ombelicale da te. E più il rapporto con la mamma è stato soddisfacente, sereno, equilibrato più è difficile staccarlo! Ma bisogna staccarlo, perchè bisogna crescere, bisogna diventare autonomi e per fare ciò è necessario il contrasto, è necessario pensare che la mamma non capisce e dice stupidaggini... come sarebbe altrimenti difficile staccarsi!

Quindi goditi i momenti belli, di complicità e non angustiarti per le discussioni... se ci sono, vuol dire che tutto sta andando per il verso giusto!