Zumik, una storia di amicizia

Zumik
Zumik

Il bullismo è un problema molto importante con cui molti bambini si trovano a dover confrontarsi. Quando accade, giustamente i genitori se ne preoccupano e si chiedono come affrontare il problema:proteggerli? dir loro di ricambiare con lo stesso pane i comportamenti del bullo? ignorare in modo da non dare soddisfazione e quindi demotivare il piccolo bullo?

Io sono per lo scegliere quest'ultima strada, ma sono anche per prevenire: abituare i bambini al confronto, lasciar loro sperimentare sin da piccoli le difficoltà del confronto e soprattutto parlare loro dell'amicizia: di come sia importante, ad esempio, essere generosi in amicizia, se vogliamo che gli altri lo siano con noi, oppure di quanto sia bello essere aperti a tutti, anche verso chi appare più chiuso o più debole, per i motivi più diversi. Nel parlare loro di amicizia non poniamoci solo nell'ottica di dover proteggere nostro figlio o nostra figlia dalle amicizie più difficili, ma pensiamo che anche il nostro bimbo o la nostra bimba devono imparare a non diventare prepotenti. E soprattutto non pensiamo che sia un problema che ci riguarda poco perché i nostri figli sono ancora piccoli. Il bullismo è un fenomeno tipico delle scuole elementari ma già presente negli anni della scuola dell'infanzia.

Come fare? Come sempre è fondamentale il nostro esempio, ed è fondamentale avviare delle riflessioni (basate anche sull'ascolto loro e non solo sulle prediche nostre) sui piccoli episodi della vita quotidiana partendo magari da un amichetto che non vuol lasciare usare i suoi giochi o che vuol sempre decidere a cosa giocare. Ma può essere come sempre utile anche leggere insieme un bel libro che tratta il tema dell'amicizia.

Ad esempio, Zumik. Zumik è un animaletto che viene allontanato ed escluso dai coetanei. Cosa fa allora? Comincia a giocare con un'altra amichetta finchè non sono gli altri a essere interessati dal loro giocare e quindi li accoglie, con serenità e spirito di vera amicizia. Il testo semplici e le immagini nette rendono il libro adatto anche ai bimbi di 2-4 anni.